SELVA DI SOGNO – DREAMWOODS (Parco sculture)

SELVA DI SOGNO – parco di sculture

 

Nel cuore della Toscana, in una vasta querceta a ca. 600 m di altitudine, da circa 40 anni lo scultore di origine tedesca Deva Manfredo costruisce un mondo di sogno fatto di pietra. Il percorso di arte ambientale, che si estende per circa 10 ettari, si snoda in ca. 250 interventi fra figure antropomorfe che sembrano emergere dalla terra, templi e città in miniatura di civiltà antiche, grandiosi mandala di pietre colorate, giochi di pietra con le bizzarre forme degli alberi, pietre distese a formare tappeti intessuti di colore. Le opere, anche di proporzioni imponenti, sono costruite con pietre naturali e materiali di recupero non lavorate assemblate col solo aiuto della forza di gravità. Il bosco invita a fermarsi, a percepire se stessi e la natura seguendo, se lo si desidera, un percorso di meditazioni guidate, ma invita anche al gioco con un laboratorio dove ciascuno può sperimentare la sua creatività. Il parco ora include anche un “Giardino dei Colori” e una “Galleria della Selva”  di quadri. L’artista consiglia i visitatori a percorrere in silenzio l’itinerario ascoltando i silenzi del bosco e il richiamo della natura. Sono consigliato almeno 2 ore per la visita!     La creatività di Deva Manfredo nasce dalla meditazione che è alla base del suo lavoro.


INGLESE:

DREAMWOODS – sculpture-park

Located in the heart of Tuscany, hidden in an extensive oak wood at 600 meters altitude, a magic forest awaits you. The original German sculptor Deva Manfredo has been building a dream world made of stone for about 40 years. The environmental art path of about 10 hectares (20 acres) stretches itself between ca. 250 interventions among anthropomorphic figures emerging from earth, miniaturized temples and cities of old civilizations, majestic mandalas made of coloured stones, plays of stones with the bizarre trees shapes, stones laid to form colour twisted carpets. It includes a “Colourgarden” and a “Forest Gallery”. The oeuvres, even imposing, are built with natural stones and other found materials assembled with the sole aid of the force of gravity. The forest invites you to stop, to perceive yourself and nature following, if wished, a path of guided meditations, but also invites you to play with a workshop where everyone can experiment his own creativity. The artist invites visitors to silently cover the itinerary listening to the forest silences and the call of nature. Take at least 2 hours of time for visit! Deva Manfredo’s creativity rises from meditation which is the base foundation of his work.


ADDRESS-INDIRIZZO:                                                                                               

Podere San Giorgio , Cotorniano, Casole d’Elsa (Siena) Italy

(Confining to communes of Sovicille, Chiusdini and Radicondoli)

passando/passing by SS/stateroad Nr.541 close to Colonna di Montarrenti (imbocco/crossing strada di Cotorniano – La Selva)                                                                     


 Openings – times –  orari

March – beginning November/ da marzo a inizio novembre

Saturday – Sunday 10:00am – 6:30pm/ sabato-domenica ore 10-18.30

Tuesday and Friday 1pm – 6pm/ martedi e venerdi ore 13-18.30   + feast days/giorni di festa


Booking Prenotazioni:

tel: 0039-333-4330183

E-mail: devamanfreedo@hotmail.com

SITI-WEBSITE: 

 FB: Manfred Flucke o/or/oder DREAMWOODS Sculpturepark

www.devamanfredo-stoneart.com


Manfred Flucke, nato 1949 da una antica famiglia di fornai, tedesco, che ha adottato il nome di Deva Manfredo, viene da una piccola città medievale nel centro della Germania,

Duderstadt. Ha studiato alla Università di Amburgo storia, sociologia, urbanistica e lettere. Dal suo arrivo in Italia ha vissuto per un lungo periodo all’interno dell’Istituto di Meditazione e Crescita Spirituale Osho Miasto (accanto al parco), nelle vicinanze di Siena. All’inizio degli anni Ottanta, i terreni nei pressi dell’Istituto erano in corso di sistemazione da parte della comunità per poter essere utilizzati come campi agricoli. Scavando il terreno, al di sotto dello strato di terra, è emerso lo strato roccioso, particolarità che caratterizza il suolo della zona. Manfredo, in quegli anni, lavorava come grafico e si dedicava alla pittura; ma dalla scoperta delle pietre nel suolo toscano ha iniziato, quasi per caso, a raccoglierle e a realizzare piccole sculture, ancora visibile all’interno del parco. Era il 1982 quando Manfredo ha dato vita ai primi lavori. Da allora la sua creatività si è completamente riversata nell’ideazione di sculture all’interno del parco (ma anche in tante mostre) , abbandonando definitivamente altre tecniche creative. Ora si è aggiunto anche sua “Galleria della Selva” con i suoi vecchi quadri dei anni ’70 – ’90. Il Parco è in continua evoluzione: Manfredo lavora ancora sempre alla realizzazione di nuove sculture che vengono collocate in nuovi angoli del bosco, creando nuovi sentieri e percorsi di visita.
Selva di Sogno è esattamente ciò che indica il nome stesso: una foresta che trasporta i visitatori in una dimensione a-temporale, dove procedendo con l’esplorazione ci si imbatte in sculture ricche di colori, dalle forme curiose che lasciano la sensazione di essere davvero all’interno di una dimensione onirica, resa possibile anche grazie al profondo silenzio e alla pace in cui è immerso il luogo. Concludendo, si può affermare che Selva di Sogno, nonostante sia un anomalo progetto di arte ambientale, trova il suo posto in un percorso artistico che raccoglie influenze da periodi storici molto diversi tra loro e legata al succedersi delle stagioni, ai cicli di morte, rinascita e trasformazione della natura; del luogo che fanno di essa un mezzo della ricerca spirituale, e dalla Land Art. Nelle tipologie artistiche qui trattate le realizzazioni sono legate a un sentimento di profondo rispetto nei confronti della natura. Una nuova parte consiste nel GIARDINO DEI COLORI. Ultimamente espone nella sua Selva anche i suoi vecchi quadri e disegni in una GALLERIA DELLA SELVA.

Biography:

Deva Manfredo, German by birth, lives since 40 years in Tuscany and is working since then on his 10 hectares/20 acre big Sculpturepark DREAMWOODS close to Siena. He has made many exhibitions mostly in Germany and Italy. He works/plays with found, not worked stones and materials, composing them with help of only equilibrium and force of gravity, without fixing nearly nothing. He loves to elicit from nature her creative energy and to work together with her.

A new area consists in the COLOURGARDEN. Now he exposes also his previous paintings and designs as a FOREST GALLERY.

Biografie:

Deva Manfredo, Deutscher von Geburt, lebt seit über 40 Jahren in der Toscana und baut seitdem an seinem 10 Hektar grossen Skulpturenpark TRAUMWALD bei Siena . Er hat viele Ausstellungen, vorwiegend in Italien und Deutschland gestaltet. Er arbeitet/spielt mit gefundenen, unbearbeiteten Steinen und anderen Materialen, die er mit Hilfe von Gleichgewicht und Schwerkraft frei komponiert, ohne sie zu fixieren oder zu kleben. Er liebt es, den Elementen der Natur eine kreative Energie zu entlocken und arbeitet mit ihr zusammen. Eine neue Zone im Park ist der FARBGARTEN. Neuerdings stellt er auch seine vorhergehenden Bilder und Zeichnungen in einer WALDGALERIE aus.


I arrange stones, moving them around
from the horizontal to the vertical…
sometimes standing alone,
sometimes combined with others.
They are not glued, cemented, cut or broken:they are right just as they are when I find them.

I compose freely and spontaneously. Nature expresses her creativity in a multitude of unique ways.As part of nature, stones will live much longer than we will.They have witnessed the passing of thousands of generations of mankind. They were, they are, and they will be.

My contribution is a small movement in a moment of eternity.


Qui succede solo una cosa
Metto insieme delle pietre,
le sposto da orizzontali a verticali
e le poso,senza legarle o cementarle,
senza tagliarle o romperle.
Sono composizioni libere e spontanee.
Le pietre sono perfette come sono, quando le trovo.

La natura possiede un’incredibile moltitudine
ed infinite individualità .
La natura, le pietre, vivranno
molto più a lungo di noi,
dopo essere sopravissute
a mille generazioni di uomini.
Sono state, sono e ci saranno.
Noi periremo presto.
Il mio intervento é un piccolo momento di eternità.


Steine werden hier komponiert,
von der Horizontale in die Vertikale gestellt, zusammengebracht und gelegt,
jedoch ohne sie zusammenzukleben
oder zu zementieren, ohne sie zu schneiden
oder zu brechen.
Ich komponiere frei und spontan.
Sie sind richtig so, wie sie sind, wenn ich sie finde.

Die Natur hat eine unglaubliche Vielfalt
und Individualität innerhalb
ihres kreativen Ausdrucks.
Die Natur, ihre Steine werden uns überleben,
so wie sie tausend Generationen von Menschen erlebt haben.

Sie waren, sind und werden sein. Wir werden bald vergehen.
Mein Eingriff ist ein kleiner Moment der Ewigkeit.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *