Casole è… emozioni di Natale (Programma eventi natalizi)

 

Casole è … Emozioni di Natale

Programma e dettaglio eventi

Domenica 28 Novembre – dalle ore 9:00 alle 19:00 – Centro storico

Mercatino dell’artigianato e prodotti tipici

Dalle ore 15:00 Caccia all’Elfo – La letterina per Babbo Natale – Giardino dei popoli (ex scuola elementare)

Ore 16:00 Il mago Marchino

Dalle ore 17:00 Musica natalizia con dj Alex e canti natalizi con Alessandra Bongiorno

All’imbrunire “Inaugurazione luminarie”

Ore 18:00 Degustazione con i vini delle Tenute Piccini con sommelier Valentino Tesi (Miglior Sommelier d’Italia 2019)

Sabato 4 Dicembre

Ore 10:00 – Visita guidata “Fuori le mura di Casole” – Dopo la visita della pieve di San Giovanni Battista di Pievescola i partecipanti, con le proprie vetture, proseguiranno verso il tumulo etrusco di Mucellena e, successivamente, alla volta della Pieve di Marmoraia, con la guida Teresa Affentranger. Leggi tutto “Casole è… emozioni di Natale (Programma eventi natalizi)”

Qual grazia m’è questa: mostra dantesca con le tavole di Bastianini

Casole d’Elsa si prepara ad accogliere un grande evento in occasione delle celebrazioni dantesche.

Il 2 luglio, alle ore 18:00 presso il Museo civico archeologico e della collegiata, sarà inaugurata la mostra “Qual grazia m’è questa” dove saranno esposte le tavole di Augusto Bastianini per la Divina Commedia nuovamente illustrata da artisti italiani edita a Firenze dai Fratelli Alinari nel 1902 -1903.

Il pittore Augusto Bastianini, nato a Monteguidi (Casole d’Elsa) nel 1875, figura tra i sessanta artisti che hanno partecipato all’illustrazione della Divina Commedia curata da Vittorio Alinari e pubblicata a Firenze nel 1902-1903.

Il Museo civico archeologico e della collegiata di Casole d’Elsa, che ospita una collezione permanente di Bastianini, nell’anno delle celebrazioni dantesche, ha promosso una mostra didascalica volta a indagare e valorizzare il legame del maestro e più in generale della pittura fiorentina dei primi anni del Novecento con il poema, da sempre fonte di ispirazione per gli artisti.

La mostra esporrà le immagini che corredano i canti XXIII del Purgatorio e XVI del Paradiso, dedicando particolari approfondimenti ai protagonisti incontrati da Dante nei due canti: l’avo Cacciaguida e l’amico Forese che riconoscendo il poeta esclama: “Qual grazia m’è questa”.

L’Esposizione sarà aperta fino al 9 gennaio 2022.

Per ulteriori informazioni si prega di contattare il Museo (museo@casole.it; 0577948705).

Museo Civico Archeologico e della Collegiata e Ufficio Turistico
Piazza della Libertà, 5
53031 Casole d’Elsa (SI)
Tel. 0577/948705
e-mail: museo@casole.ituff_turistico@casole.it

www.casole.it – facebook: Ufficio Turistico di Casole d’Elsa

Cosa vedere a Casole d’Elsa

Cosa vedere a Casole d’Elsa: la Rocca, la Chiesa di Santo Spirito, la Collegiata di Santa Maria Assunta e la Chiesa di San Niccolò

La Rocca (Piazza Luchetti, 1)

Oggi sede del Comune, è un fortilizio trecentesco considerato uno dei più importanti castelli valdelsani.
Imponente massa quadrangolare, presenta una massiccia torre in pietra nell’angolo nord ovest ed un’altra più piccola che sporge in diagonale all’angolo opposto.  Ai lati della porta d’ingresso sono visibili alcune arciere ben conservate.

Il complesso ha però subito nel tempo numerosi rimaneggiamenti.

Al suo interno, sono stati adibiti i locali della Pinacoteca d’Arte Viva, spazi dedicati all’arte dei ragazzi e loro punto di ritrovo. Nell’atrio comunale, inoltre, ogni 15 giorni, vengono organizzate mostre di pittura contemporanea di artisti senesi denominate “Mostre a Palazzo” che hanno grande risonanza in tutto il territorio.

L’atrio della Rocca è aperto al pubblico tutti i giorni, compreso i festivi, dalle 8,30 alle 20,00 con ingresso gratuito.

 

Rocca

 

La Chiesa di Santo Spirito (Via A. Casolani)

All’interno vi sono affreschi dei sec. XIV e XV.

Collegiata di Santa Maria Assunta (Piazza della Libertà, 1)

In origine una Pieve in stile romanico consacrata nel 1161.
Al suo interno:

  • il battistero con un cinquecentesco fonte battesimale
  • il monumento funebre di B.Aringhieri del primo decennio del Trecento ad opera dello scultore Marco Romano
  • il monumento funebre dello scultore trecentesco Gano di Fazio
  • l’opera pittorica di Alessandro Casolani “la Pietà e i Santi Andrea e Niccolò”, documentata 1586-87
  • frammenti pittorici di scuola duccesca
  • una pala in terracotta policromata invetriata di Giovanni della Robbia
  • numerose tele seicentesche di prestigiosi artisti (Pisani, Manetti,V olpi) ed altre ottocentesche (Ridolfi e Cassioli).

 

Collegiata

 

Chiostro

Chiesa di San Niccolò (Loc. San Niccolò )

Posta su una piccola altura a poche centinaia di metri da Casole, la Chiesa di San Niccolò è documentata fin da 1348. Al suo interno possiamo trovare affreschi di Vincenzo e Francesco Rustici e, sull’altare maggiore, una Madonna di scuola senese del trecento.